Ogni giorno utili notizie del Doc nella tua mail, gratis e senza spam:

31 agosto 2011

Condividere la connessione Internet per aiutare la ricerca scientifica

Ciao Dottore,
anni fa ho fatto parte del progetto SETI@home, condividevo la mia connessione internet per scoprire nuove forme di vita extraterrestre. Esistono altri progetti simili? Te lo chiedo perché tengo spesso il PC acceso con la connessione attiva, potrei rendere 'proficuo' questo tempo di connessione da me non utilizzato.
Andrea (genova)


Ciao Andrea,
i progetti di cui mi parli sono quelli di calcolo distribuito.

Il calcolo distribuito sfrutta la potenza di tanti 'piccoli' computer che connessi alla stessa rete riescono a fare più calcoli rispetto a quello di un computer potentissimo (e molto costoso), in modo da cercare di raggiungere un obiettivo comune.

Ecco un elenco di progetti di calcolo distribuito dove tutti possono partecipare installando un semplice software nel computer:


  • Boinc, elaborazioni per il campo scientifico.

  • Chess Brain, calcolo distribuito per il gioco degli scacchi.

  • Fermat Search, calcolo distribuito per la ricerca dei divisori più grandi dei numeri primi di Fermat.

  • PlanetQuest, calcolo distribuito per la scoperta di nuovi pianeti e classificazione di stelle.

  • DIMES, calcolo distribuito per studiare la struttura e la topologia di internet.
Articoli che potrebbero interessarti sono "Raccolta di foto panoramiche" e "Motore di ricerca annunci".

Ciao
Doc.

0 commenti :

Posta un commento

I messaggi pubblicitari, offensivi, polemici o non inerenti al post NON saranno pubblicati.
Ricordatevi di scrivere il vostro NOME e PROVINCIA da dove state scrivendo.

Scrivi la tua mail e ricevi utili consigli ogni giorno dal Doc: