31 agosto 2014

iPhone 6 prossima uscita. Indiscrezioni e vostri pareri...

0 commenti
Ciao a tutti cari lettori e lettrici del Dottore dei Computer,
come forse già sapete nelle prossime settimane uscirà il nuovo iPhone 6.

La data di uscita non è ancora stata definitiva, sarà presentato a tutti il 9 settembre.
I modelli dovrebbero essere due, uno con uno schermo da 5,5 pollici con costo indicativo 950 euro, mentre un altro con schermo da 4,7 pollici e costo, sempre indicativo, di 750 euro.
Queste sono tutte indiscrezioni, niente di ufficiale.

Il prezzo dovrebbe essere più elevato rispetto all'uscita del modello precedente, la cosa curiosa è che in passato si pagava di più per avere un telefonino più piccolo e sottile, ora si paga di più per averlo più grande...

Come ho già detto più volte, a mio avviso l'iPhone è un prodotto per il quale si paga il marchio, altri telefoni hanno prestazioni superiori e non vengono certo venduti a questi prezzi pazzeschi.

Molti di voi hanno dato le loro opinioni nel post scritto nella mia pagina Facebook... eccone alcune:

Massimiliano: ma fanno ancora queste ******** di cellulari io ho un iPhone 4S e volevo ridarlo indietro dopo 3 gg non comprerò mai più un apple in vita mia, un cellulare deve fare ciò che vuole il suo padrone non il padrone deve diventare schiavo del cellulare permettere la musica o mettere delle foto sul cellulare o portare le foto sul PC.

Giuseppe: Spendere tanti soldi per un cellulare è a mio parere un suicidio... Mi tengo il mio Samsung s3 per almeno altri 5 anni....

Samuele: Io ho l'iPhone 5s ed il secondo iphone, prima avevo il 4. Io non lo cambierei x niente al mondo, ogni uno di noi ha le proprie idee ed esperienze in campo tecnologico, io ho un esperienza diretta con i samsung perché c'è l'ha la mia ragazza e resto pienamente convinto che Apple sarà il futuro della tecnologia. E poi ne vogliamo parlare dei materiali di costruzione rispetto a tutti gli altri?

Erika: Sono d'accordo Iphone e troppo caro ma fino che ce la gente che fa la fila per averlo loro non.abbassano il prezzo anzi, Poi l'Phone viene prodotto in Cina alla Apple costa 150 euro in più ti dicono cosa poi mettere e cosa no è meglio Android.

Aldo: Perfettamente d'accordo Doc

Annamaria: Tutti 'sti soldi??? Forse lo comprerei se mi facesse anche il caffè, ma forse no!

Ciao dal Doc!
ps. L'immagine a corredo dell'articolo è solo una idea di come potrebbe essere il nuovo iPhone, niente di ufficiale.

30 agosto 2014

Un Modem Router che Va Velocissimo

0 commenti
Ciao a tutti cari lettori e lettrici,
mi rivolgo a tutte le persone che vogliono internet wireless super-veloce e spendere qualche soldo (se invece volete velocizzare internet senza spendere nulla, leggi qua).
Ho scoperto questo modem-router di TP-Link, si chiama "Archer D7" e arriva sino alla velocità teorica di 1750Mbps ( ovvero circa 218MB al secondo!)

Va così veloce perché sfrutta il nuovo standard Wi-Fi IEEE 802.11ac che è sino a 3 volte più veloce (1300Mbps) dello standard attualmente, simultaneamente al più diffuso 802.11 n (che va a 450Mbps) !

Senz'altro in commercio troverete sempre più spesso modem\router che sfrutteranno in simultanea lo standard wireless 802.11ac e 802.11n per andare ancora più forte... quindi eventualmente prendete in considerazione anche altri modelli!

Se invece il tuo problema è il segnale wireless che non copre tutta casa... questo potrebbe fare al caso tuo.

Ciao dal Doc!

29 agosto 2014

Il rapporto delle Persone con Internet e banche

0 commenti
Ciao a tutti cari lettori e lettrici,
oggi segnalo quanto mi ha scritto l'amico Alessandro:

"Secondo quanto ricordava un report curato da ABI Lab, sul quale qualche giorno fa ha avuto modo di soffermarsi a lungo il portale SosTariffe.it, sarebbero sempre di più gli italiani che si connettono a Internet mobile tramite smartphone e tablet per poter operare in banca (a proposito, scopri come funziona il token bancario) in via informativa o dispositiva. 

Attualmente, ricordava il comparatore di tariffe, circa il 96% degli istituti di credito offre applicazioni per poter operare in mobilità, con una percentuale che è salita di 8 punti percentuali rispetto a un anno prima; complessivamente, nel corso del 2013 sarebbero state effettuati più di 7.000 download al giorno di app per mobile banking. 

Stando a quanto precisa ulteriormente il rapporto annuale ABI Lab, il 20% degli italiani è attivo su Internet per fare operazioni sul proprio conto (ma non aspetta enormi bonifici bancari spediti tramite mail...), con un ritmo talmente dinamico che entro 18 mesi potrebbe superare il 50% nel numero di correntisti operativi su mobile banking.

Per tale motivazione, aggiungeva ulteriormente SosTariffe.it, il 70% degli istituti di credito ha scelto di incrementare gli investimenti legati all'Internet banking, inserendo nel proprio budget un maggiore ammontare di risorse. Per il 30% degli istituti di credito, infine, l'incremento delle risorse stanziate per il canale è definibile come "forte". 
Infine, ricorda ancora ABI Lab, gli italiani che scelgono il mobile banking sono più uomini (57%) che donne (43%)".

E se prelevi dal Bancomat e non ti arriva l'SMS... questo articolo potrebbe esserti di aiuto.

Ciao dal Doc!

28 agosto 2014

Come Abilitare "Versioni Precedenti" in Windows

0 commenti
Ciao a tutti cari lettori e lettrici del Dottore dei Computer,
forse non tutti sapete che all'interno di Windows 7 (ma anche in Vista e XP) è presente la funzionalità "Copia Shadow del volume".

Dal nome non si capisce una mazza di cosa sia questa copia, se non si è degli addetti ai lavori. Vi comprendo.

Questa funzionalità consente di ripristinare un file com'era qualche giorno\settimana\mese prima di essere stato modificato. Se invece non dovete ripristinare file bensì tutto un PC perché sta dando segni di cedimento... ti rimando qua.

Per abilitare il servizio dovete:

1. Cliccare su Start.
2. Scrivere servizi
3. Cliccare in alto sulla voce "Servizi", è presente di fianco l'icona di un ingranaggio.
4. Cercare la voce "Copia shadow del volume" e fate doppio click.
5. Cliccare su "avvia" per abilitare la funzione. Ovviamente abilitando questa funzione verrà utilizzato ulteriore spazio su disco e il PC si rallenterà leggermente.



Successivamente per ripristinare un file alla sua versione precedente:
1. Fare click con il tasto destro sopra il file incriminato.
2. Proprietà.
3. Seleziona la linguetta "Versioni precedenti".


Come potete ben capire è possibile ripristinare le versioni precedenti dei file DAL MOMENTO che avete avviato il servizio.

E se invece hai smarrito la cartella "Documenti" di Windows... fai così!

Ciao dal Doc!
Scrivi la tua mail e ricevi la newsletter: